Dai pennelli alla grafica 3D

homer-2D-3D

C’erano una volta le agenzie di comunicazione, e c’erano all’interno di queste una serie di figure importantissime e che all’epoca sembravano insostituibili. Ma un bel giorno arrivò la tecnologia e tutte queste figure iniziarono a svanire, o meglio ancora a trasformarsi in altre.

Oggi infatti, sono sempre più richieste quelle figure professionali che possano ricoprire ruoli come la grafica soprattutto la grafica 3D e il web design, andando a sostituire di conseguenza il ruolo dell’artdirector che fino a non molto tempo prima usava fare bozze con carta e pantoni.

L’evoluzione nella storia dell’uomo non è una cosa da evitare, non si può fermare, è il naturale processo delle cose che cambia e l’uomo con queste. Ecco perché è importante che ci si adegui a questi cambiamenti e soprattutto alle richieste del mercato.

Sempre più in voga negli ultimi tempi, la figura del grafico sta crescendo esponenzialmente così come crescono anche i corsi di grafica, dalle scuole riconosciute ad alti titoli a quelle praticamente gratuite, addirittura ai corsi online per una cinquantina di euro. Con una tale mole di richieste e soprattutto di persone formate e qualificate, inizia ad avere una notevole rilevanza la specificità del settore e le competenze miste alla creatività personale. Cercare di specializzarsi in uno specifico campo può fare la differenza e nel campo della grafica, quella 3D sta diventando quasi una conoscenza necessaria.

I corsi di grafica 3D sono ormai sempre più frequenti, addirittura le stesse scuole di formazione per distinguersi dalle altre cercano di offrirne sempre di più e sempre più settorializzate.
Corsi di grafica 3D Rhinoceros a pagamento o Blender (gratuiti) sono le offerte ormai base per una scuola di un certo livello che vuole farsi riconoscere. L’utilizzo della grafica 3D è così in crescita per l’applicazione che trova, essendo ormai conoscenza richiesta sia dalle agenzie di comunicazione, le quale iniziano ad utilizzarla per la creazione di loghi o di locandine ma anche per il web. Gli architetti che un tempo non molto lontano utilizzavano tavoli tecnigrafi e matite dalle varie grane, ora iniziano i primi passi a partire proprio dall’uso del 3D. Molte e tante altre sono le applicazioni che di questi programmi se ne può fare, perciò la parola d’ordine è: adeguarsi al cambiamento.

Potrebbero interessarti anche...

Commenta