Il primo blog con il pollice in su

Web Marketing Festival 2018: i motivi per andarci

banner

Manca meno di un mese alla sesta edizione del Web Marketing Festival, l’evento tutto italiano, ma dal chiaro respiro internazionale, che si terrà al Palacongressi di Rimini dal 21 al 23 Giugno.

L’appuntamento è imperdibile per tutti gli appassionati e gli addetti ai lavori del settore digitale: formazione, musica, startup, intrattenimento, iniziative sociali, talk, dibattiti, professioni digitali, networking e business sono tutte le sfaccettature di una tre giorni assolutamente completa ed organizzata per andare incontro alle esigenze di chi ha fatto del digitale la sua vita o il suo mestiere.

Infatti, come si legge anche sulla pagina Facebook ufficiale: “L’evento è rivolto a freelance o dipendenti, direttori marketing e amministratori delegati, studenti, appassionati, blogger, aziende e agenzie, startup, giornalisti e associazioni non-profit”, abbracciando una serie di categorie di persone che, nella vita, conducono esistenze anche molto differenti ma che si affacciano o interfacciano, necessariamente, con questo mondo.

Oltre 50 gli eventi preparati per il pubblico, a cui la partecipazione è garantita da più di 30 sale formative, circa 400 speaker, ospiti e iniziative, il tutto esteso attraverso i 38mila mq del Palacongressi e messo in opera grazie a centinaia tra sponsor, investitori e partner importanti.

Le iniziative

20 le iniziative previste dal festival, con l’obiettivo di limitare l’analfabetismo digitale e fornire le competenze più adeguate ai cittadini della UE per affrontare un mondo (e non solo un lavoro) che vira sempre di più verso un’innovazione fatta di esperienze prettamente digital.

Tra queste vale la pena citarne sicuramente alcune.

  • Fake News Hackathon: in collaborazione con “La Stampa“, è uno spazio riservato all’editoria che si pone l’obiettivo di contrastare la disinformazione online, un fenomeno dall’incredibile impatto socio-economico a livello planetario.
  • Digital Job Placement: si tratta di un vero e proprio servizio di recruitment per le professioni digitali; nelle scorse edizioni si sono contati oltre 400 colloqui di lavoro!
  • Startup Competition: è il più grande contest di questo tipo, a livello nazionale, che mira a incentivare l’imprenditoria in questo specifico segmento di mercato.
  • Intrattenimento e Cultura: spettacolo, arte e musica è previsto che si alternino a informazione e formazione, amalgamandosi con esse.
  • Awards: il festival omaggia ogni anno persone, enti ed aziende che hanno portato un contributo in positivo alla nostra società, ovviamente passando attraverso il digital. Non mancheranno le sorprese… nelle scorse edizioni, infatti, oltre i “social-issimi” ragazzi di Casa Surace, la pungente redazione di Lercio e l’attore Vincenzo Salemme, sono stati premiati anche Papa Francesco, Save The Children e tantissimi altri.
  • Comics: i fumetti sono riusciti a “trasformarsi” senza perdere colpi, in questa fase di passaggio, mantenendo il formato cartaceo e, contemporaneamente, evolvendo in nuove forme digitali, dalle trasposizioni tv alle vignette realizzate esclusivamente per il web. Ecco perché, in questo evento, troveranno uno spazio dedicato.
  • Charity: non sarà la prima volta che il festival avvierà una raccolta fondi da devolvere ad associazioni e progetti di ricerca o operanti nel sociale; anche negli scorsi anni, infatti, sono state accumulate diverse decine di migliaia di euro che hanno aiutato, ad esempio, la Fondazione Veronesi o la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica.
  • Lab: forse uno degli input più interessanti di questa edizione. Giovani e studenti universitari, infatti, con il beneplacito garantito dalla collaborazione di università, scuole ed istituti, potranno essere parte integrante dell’evento proponendo idee e progetti, costruendo campagne di comunicazione ed affiancando attivamente il team del Web Marketing Festival.
  • Family: vale la pena citare anche questo particolare contesto di questa tre giorni. Educatori ed animatori, infatti, si preoccupano di coinvolgere i più piccoli (dai 3 anni in su) in attività educative e ludiche, mentre genitori ed altri accompagnatori adulti si godono l’evento a 360 gradi. Un modo per restare vicino alle famiglie digitali… a tutto tondo!


Uso le parole come fossero numeri e i numeri come fossero parole. Blogger, Copywriter, Editor freelance. Tutor di Matematica e Fisica.

Lascia un commento

Caricando...